Finanziamenti per l’acquisto di prima casa

Lo sapevate che lo Stato ha messo a disposizione dei fondi per l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa? Addirittura 50 milioni di Euro che con il tempo possono aumentare.

In poche parole, in questa situazione dove le banche non concedono tanti finanziamenti oppure richiedono troppe garanzie, lo Stato garantisce fino ad un massimo del 50% della quota capitale.

Questo fondo è indirizzato alle coppie giovani con o senza figli, anche monogenitoriali con figli, di età inferiore ai 35 anni e con un reddito ISEE non superiore a € 35.000; ovvio che chi fa la richiesta non deve essere proprietario di altre abitazioni!!!

Poi si può andare nelle banche aderenti e fare questo finanziamento che non deve essere superiore ai € 200.000; si può scegliere normalmente tra il tasso fisso e quello variabile. Gli istituti bancari o gli intermediatori finanziari che hanno aderito si impegnano a non chiedere ai mutuatari altre garanzie oltre all’ipoteca sull’immobile e alla garanzia fornita dallo Stato.

C’è da tenere in considerazione che non si può acquistare una qualsiasi casa ma anche questa deve rientrare in determinati canoni, come ad esempio la metratura che non può superare i 90 metri quadrati NETTI; poi l’abitazione non deve essere accatastata come A1 (abitazione di tipo signorile), A8 (abitazioni in ville) e A9 (castelli o palazzi di eminenti pregi artistici o storici).

Anche se queste notizie dovrebbero essere più pubblicizzate, il dipartimento della Gioventù in questo caso ha messo a disposizione un prodotto diverso ed innovativo, soprattutto in una Italia che fa fatica ad offrire lavoro con continuità ma con progetti a tempi determinati. Se volete saperne di più si può visitare il sito del governo, oppure in questo link del dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale:

http://www.diamoglifuturo.it/fondo-casa

Fonte: Idea case